martedì 16 giugno 2009

Camilla

Era da tempo che volevo fare un post su Camilla...
Lei ormai e' parte della famiglia... l'ho fatta lo scorso anno durante un corso organizzato con le mamme steineriane in sicilia... ma poi per lungo lungo tempo e' rimasta chiusa in una borsa in attesa di un vestito, ma sopratutto in attesa di un volto...
Si perche' mi piaceva talmente tanto cosi' com'era che non riuscivo a darle un'espressione, pero' d'altra parte non avevo neanche il coraggio di darla cosi' alla cucciola.
Anzi a dire la verita' avrei voluto fargliela vedere dicendole che quella era la mia bambola e che lei non ci poteva giocare... almeno non piu' di tanto...perche' quella era la mia bambola...
Ma che madre terribile!!! come si fa a fare una bambola, decidere di tenerla in casa e non poterla dare da giocare alla propria figlia???stavo proprio fuori di testa!!!


In realta' la vita e' saggia e riesce a mettere a posto le cose senza pensarci troppo.
Fatto sta che una sera Vera inizia a rovistare dentro la famosa borsa e trova Camilla....e chiede spiegazioni su questa bambola nascosta... io allora le racconto che Camilla si era nascosta proprio per farle una sorpresa ;p..
Pero' non le tornava il fatto che non aveva ne' occhi ne' bocca e cosi' va in camera prende un pennarello e ce li disegna lei....Immaginate la mia faccia, quella doveva essere la mia intoccabile bambola!!!... la vita e' bellissima per le prove zen che ti porta ogni giorno!!!



Insomma alla fine abbiamo lavato la faccia di Camilla e in un momento in cui la cucciola non c'era le ho cucito occhi e bocca e da allora e' diventata la Sua bambola e mamma Soma e' super felice e ha imparato la lezione.

Un abbraccio a tutti quelli che passano di qua e un grazie a quelli che lasciano una traccia :)
Soma

ps. Un'ultima cosa, ho vinto il giveway di Eniko!!!! Sono proprio contenta anche perche' gli orecchini che lei aveva messo in paio sono proprio belli...

6 commenti:

mammanatura ha detto...

Che bella favola dal prezioso insegnamento per noi mamme...che alle volte siamo come bambine!!!
La bambola è bellissima, ma devi assolutamente spiegarmi come hai fatto, gli occhi la bocca e i capelli!!!
la mia è ancora nel cesto e ha solo un abbozzo di testa perchè non so proseguire!!!

Soma ha detto...

Per gli occhi e la bocca ti basta un ago molto molto lungo... qui dove l'ho comprato io lo chiamano proprio ago da bambole...e poi del filo da ricamo marrone o azzurro, dipende da che colore vuoi fare gli occhi e rosso per la bocca. Poi prima ti segni la posizione di occhi e bocca con degli spilli in modo che siamo ben equilibrati e armoniosi nel volto e poi con l'ago parti dal dietro della testa e arrivi fino a davanti per cucire un occhio e poi l'altro... lo so spiegato cosi', senza neanche una foto di riferimento puo' sembrare difficoltoso, ma in realta' e' abbastanza semplice. Per i capelli io uso di solito il metodo a raggiera per comprire prima tutta la testa e poi aggiungo i capellii per la lunghezza. anche qui ci vorrebbe una foto... ma mi sembra che Linda, pane amore e creativita', abbia pubblicato dei link di siti che aiutano a fare le bambole... magari sono un po' piu' chiari delle mie quasi spiegazioni...comunque se vuoi puoi provare a scrivermi una mail a info@namaste-room.it e posso provare a spiegarti meglio.
ciao
Soma

estrellazul ha detto...

io non so quando faró una bambola, qui é difficile reperire quei materiali, lo lascio come desiderio e possibilitá, ma questa é veramente bella, e l'espressione che ha é molto contenta

enikő ha detto...

Che bella che è Camilla! Io ho una passione (più io che i miei figli in verità) per queste bambole.

Gli orecchini te li spedisco sabato mattina. Sono già dentro la busta indirizzata, ma non trovo il tempo per andare alla posta. :(

Valentina ha detto...

Ciao Soma!
Camilla é bellissima...tra l'altro ha proprio la faccia da "Camilla".
Sei davvero brava, complimenti!
ciao
Valentina

rodonea ha detto...

Complimenti per la tua Camilla. E' bellissima.
E' da almeno un anno che sto cercando il coraggio di creare una bambola waldorf, ma proprio non so da dove cominciare... non ho ancora ben capito di che stoffa è il corpo...
Un saluto grande grande